Tipologie di Antifurto

Altri tipi di antifurto per bici: il bloccadisco

Ogni ciclista sa che la propria bici merita il massimo della sicurezza, in ogni situazione. Per questo la scelta del giusto antifurto è fondamentale e tra i tanti modelli in commercio, il bloccadisco è sicuramente uno dei sistemi di sicurezza da prendere in considerazione per il proprio mezzo.

Come abbiamo visto in precedenza, ogni antifurto per bici ha la propria caratteristica, ad esempio gli U-lock sono molto resistenti, ma necessitano di un braccio largo per essere facilmente chiusi, mentre le catene sono affidabili ma spesso risultano ingombranti e pesanti.

Il bloccadisco può essere invece un’utile soluzione perché racchiude sicurezza, affidabilità e praticità di trasporto, a patto che ovviamente, la tua bicicletta abbia i freni a disco.

Descrizione bloccadisco

Gli antifurto bloccadisco più affidabili sono realizzati con leghe metalliche molto resistenti, come l’acciaio temprato, cementato, nichelato, ramato e cromato. Sono costituiti da un corpo monolitico e da un’asta di chiusura di circa 10 mm di diametro, anche se ci sono alcuni modelli molto resistenti che arrivano fino a 13-14 mm di diametro. In generale si tratta di un antifurto leggero, pratico e compatto, molto diffuso tra i proprietari di moto e scooter, ma che ha una sua utilità anche nelle biciclette.

La sua struttura meccanica lo rende particolarmente resistente agli attacchi con i martelli, al taglio o agli scassinamenti con leve.

Gli ultimi modelli in commercio, oltre alla protezione meccanica, aggiungono anche un’ulteriore garanzia con l’antifurto sonoro, dotato di sirena e in alcuni casi anche di notifiche che arrivano direttamente sul cellulare del proprietario.

È molto importante che l’antifurto bloccadisco sia realizzato con leghe metalliche resistenti, in caso contrario, non può assicurare la giusta protezione al tuo mezzo.

Efficacia bloccadisco

Ora che avrai capito il funzionamento del bloccadisco, parliamo della sua efficacia e del perché questa può essere un’utile soluzione per la protezione della tua bici.

L’efficacia del bloccadisco è data dalla sua resistenza meccanica, il corpo monolitico è molto spesso e resistente al taglio, mentre il braccio di chiusura, se realizzato con materiali di qualità e con un buono spessore (tra i 10 e i 13 mm) garantisce un sufficiente livello di sicurezza.

Questo tipo di antifurto blocca letteralmente il giro della ruota, impedendo ai ladri di trasportare la bici con facilità. Chiaramente questo è più efficace nel caso di moto o scooter, che dato il loro peso non sono facilmente sollevabili, mentre per le bici il discorso è leggermente diverso. I ladri possono comunque sollevare la bicicletta e trasportarla, per questo motivo può essere utile unire il bloccadisco con un altro tipo di antifurto, ad esempio una catena resistente o un cavo a pitone.

La vera efficacia del bloccadisco è dimostrata quando alla resistenza meccanica viene unito anche un antifurto sonoro. L’antifurto sonoro funziona in maniera simile al GPS, segnalando con un allarme ogni tipo di forzatura sulla bici e inviando notifiche sul cellulare del proprietario, in modo da essere sempre aggiornati sullo stato della propria bici.

Si tratta di antifurti tecnologicamente avanzati, che permettono un monitoraggio anche a distanza del proprio mezzo e quindi, una maggiore tranquillità per te e la tua bici.

Spesso i bloccadisco vengono usati insieme a cavi reminder, che ti ricordano il blocco della ruota. Questi cavi sono molto importanti in quanto il bloccadisco può passare inosservato, date le sue dimensioni, e gli stessi proprietari rischiano di dimenticarsene. I cavi reminder sono cavi sottili a spirale, che si agganciano da un’estremità con il bloccadisco e dall’altra estremità con il manubrio. Sono molto colorati, anche con tonalità fluorescenti, proprio per attirare l’attenzione sull’antifurto.

In sintesi l’efficacia del bloccadisco è elevata nel caso di scooter o moto, ma è altrettanto buona nel caso di biciclette, sempre che siano accompagnate anche da antifurto sonoro o da altre tipologie di sistemi di sicurezza.

Infine, l’efficacia del bloccadisco è maggiore se è posizionato nella ruota posteriore, più difficile da svitare rispetto a quella anteriore, che invece spesso presenta sistemi di rilascio della ruota molto rapidi.

Prezzi bloccadisco

I prezzi degli antifurto bloccadisco variano in base al modello, al marchio produttore e alla qualità dei materiali utilizzati per la loro produzione.

Se stai scegliendo l’antifurto più adeguato per la tua bici, sarà importante valutare nella scelta il valore stesso del tuo mezzo: più è elevato, maggiore dovrà essere anche la qualità dell’antifurto che sceglierai.

Questo perché le biciclette più moderne e ricercate, sono la preda preferita per qualsiasi ladro, rispetto a normali city bike di seconda mano.

In generale, i bloccadisco ABUS sono tra i più resistenti e affidabili in commercio, ma sono anche tra i più costosi: il loro prezzo varia dai 70 euro, ai circa 120-150 euro del modello GRANIT, il preferito dagli utenti secondo le recensioni sul web (di cui parleremo in seguito).

In realtà si trovano bloccadisco anche con prezzi decisamente più bassi, partendo dai 12 euro per modelli base (in realtà questi sono poco consigliati perché spesso sono realizzati con materiali scadenti), si passa a una fascia intermedia che si aggira sui 30-40 euro.

Infine c’è la fascia di prezzo più elevata, dai 50 euro in su, che comprende marchi come Abus, Viro e Kryptonite.

Marchi produttori bloccadisco

Gli antifurto bloccadisco non sono presenti nelle gamme di tutti i marchi produttori di antifurto per bici, questo perché sono più diffusi per le moto e gli scooter, piuttosto che per le biciclette.

Come abbiamo detto in precedenza però, alcuni marchi di antifurto per bici di fama mondiale li producono, arricchendo in questo modo la loro gamma di prodotti.

Ora vediamo in dettaglio quali sono i maggiori (e più affidabili) marchi produttori di bloccadisco.

Primo tra tutti ABUS, un nome e una garanzia per tutti gli amanti delle due ruote. Il marchio tedesco è uno dei leader di mercato a livello mondiale per i sistemi di sicurezza e anche in questo caso, produce i migliori bloccadisco in commercio, in particolare con il modello GRANIT.

Il GRANIT è piccolo, compatto, colorato, realizzato in acciaio cementato e con un braccio di chiusura che arriva fino a 13,5 mm, tra i maggiori della categoria. Include anche l’allarme, in modo da avere una protezione più completa.

A seguire c’è Viro, un marchio italiano molto affidabile e altamente specializzato in antifurto per moto e scooter. Per i bloccadisco ha due modelli in particolare: l’armadillo e il new hardened, entrambi in acciaio ultra resistente e con un braccio di chiusura che va da un minimo di 5,5 mm a un massimo di 14 mm.

Anche Kryptonite produce alcuni modelli di bloccadisco, tra cui il Kryptolok, disponibile cromato o colorato e il bloccadisco – bloccacorona evolution series 4.

Infine ci sono i Master Lock, i più economici tra quelli elencati, ma che garantiscono comunque una discreta protezione, in particolare il modello Master Lock Master Lock 8118EURDPS.

Recensioni bloccadisco

Le recensioni degli utenti che hanno acquistato i bloccadisco sono generalmente positive, anche se alcuni modelli, specialmente quelli di fascia medio-bassa, presentano difetti di funzionamento.

Le recensioni dei bloccadisco hanno evidenziato le seguenti caratteristiche:

·      sono antifurto affidabili, che trasmettono sicurezza anche per il loro peso e per il volume massiccio;

·      sembrano perfetti contro lo scassinamento dei ladri, in particolare contro i tagli e le forzature con leva;

·      rispecchiano generalmente le caratteristiche dichiarate dai venditori;

·      alcuni modelli presentano qualche difetto di funzionamento nell’inserimento della chiave e nella chiusura;

·      alcuni modelli presentano un allarme inefficace, infatti è sufficiente premere uno straccio sopra all’antifurto e il suono quasi non si sente;

·      lo stesso allarme in alcuni modelli si innesca anche solo con la pioggia, rendendone difficile la gestione;

·      alcuni modelli sono eccessivamente pesanti (arrivano fino a 3 kg) e quindi non facili da trasportare

·      alcuni modelli non sono compatibili con i buchi dei freni a disco quindi è bene controllare prima di acquistare e verificarne la reale compatibilità;

Se stai scegliendo l’antifurto migliore per la tua bici, i bloccadisco possono essere un utile supporto, ma è consigliabile valutare anche altre tipologie di antifurto da utilizzare insieme ai bloccadisco o in tal caso anche in alternativa.

Infine, facciamo un breve riassunto elencando tutti i vantaggi e gli svantaggi degli antifurto bloccadisco.

Vantaggi antifurto bloccadisco

·      se realizzati con materiali di alta qualità sono molto resistenti al taglio e alle forzature;

·      alcuni modelli molto grandi sono un deterrente visivo per i ladri;

·      in generale, tranne alcuni modelli, sono antifurto piccoli, pratici e facili da trasportare;

·      se posizionati nella ruota posteriore, garantiscono una protezione maggiore e rendono difficile al ladro lo scassinamento della bici;

·      alcuni modelli hanno incorporato anche un antifurto sonoro che emette un allarme in caso di forzatura della bici e invia un messaggio al numero di telefono del proprietario;

·      sono molto versatili e possono essere utilizzati per più mezzi, come le bici, le moto e gli scooter;

Svantaggi antifurto bloccadisco

·      se non sono realizzati con materiali di ottima qualità, sono facili da scassinare;

·      hanno un braccio di chiusura generalmente più sottile rispetto ad altre tipologie di antifurto;

·      alcuni modelli hanno un peso molto elevato (fino a 3-4 kg), rendendo difficile il trasporto;

·      il prezzo è molto elevato rispetto ad altre tipologie di antifurto;

·      le case di produzione li raccomandano più per le moto e gli scooter, che per le bici;

·      alcuni modelli hanno difetti di funzionamento nella chiusura;

·      l’allarme può risultare inefficace se coperto con un panno;

·      la batteria dell’allarme generalmente dura dai 2 ai 6 mesi;

·      con temperature molto fredde, alcuni modelli vanno in blocco o si rompono più facilmente;

·      la gamma di prodotti sul mercato è inferiore rispetto ad altre tipologie di antifurto, non tutti i marchi produttori infatti, realizzano questo sistema di sicurezza.

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *